Archivi del mese: novembre 2013

Annarè

Passeggio sul lastricato sconnesso della banchina del porto dopo un caffè, sotto i raggi di un sole timido. Inevitabile non portarmi sull’orlo del molo ad osservare barche che borbottano nel loro sordo sciacquettio imbrigliate da un ormeggio che le costringe … Continua a leggere

Pubblicato in eros, musica, pensieri, quotidiano, racconto | 13 commenti

In Solitario

Un film molto bello. Sono ancora sotto l’entusiasmo del film appena visto ma lo consiglio. Una bella storia di mare e uomini di mare. La regata intorno al mondo, belle e realistiche le scene ma è solo stupenda metafora. Si … Continua a leggere

Pubblicato in cinema | 2 commenti

Bisogna scrivere?

Chi non ha fede deve fingere. A furia di fingere si finisce per credere. [A. Moravia – Gli Indifferenti -]

Pubblicato in musica | 5 commenti

Post to post

La striscia di asfalto si srotola nel buio sotto l’avanzare della lama dei miei fari nella notte. Mi piace guidare di notte, la strada sembra più amica, la notte ti da l’impressione di avere più tempo e ti lascia percorrere … Continua a leggere

Pubblicato in racconto | 5 commenti

C’era una volta

C’era un’azienda di 2000 persone. Poi c’era un capitano d’azienda che credeva d’essere Capitano Uncino. Poi c’era l’Informatica italiana da mandare al macero prima di fuggire a Dubai con i soldi. E ci sono poi i lavoratori della sede di … Continua a leggere

Pubblicato in libri | 7 commenti

Around midnight

Stanotte mi regali i tuoi silenzi. Di giorno si può anche tergiversare,  far finta di essere altro, riempire le ombre di vivace  acquerello, ridere davanti ad un cappuccino troppo dolce, commuoverci dell’ennesimo tramonto di plexiglass. A quest’ora no, attaccate alle … Continua a leggere

Pubblicato in musica, pensieri | 11 commenti