Sogno

La barca fluida manovra fra gli ormeggi. Non ha le vele, sono già ammainate. Con precisione si sposta di poppa e prende il suo posto fra le altre già ormeggiate. E solo allora compari tu in coperta. Ti muovi spedito sul ponte di mogano, i riccioli al vento, il tu sorriso beffardo. Raggiungi la gomena di prua e l’aggangi nella bizza apposita tirando la barca in avanti. Poi lesto corri a poppa per la stessa operazione, sistemi i sei parabordi sulle fiancate e la lunga imbarcazione in legno è finalmente ormeggiata e beccheggia placidamente. Tu ricompari sul ponte con un secchio e uno straccio all’estremità di un lungo manico e lucidi il ponte con vigore. Ti drizzi su, ti appoggi sul lungo manico, ora il mogano della coperta splende lucida al sole di luglio. Indossi una t-shirt a strisce giallo ed arancioni su dei jeans sdrucidi tagliati sotto il ginocchio. La tua solita aria irriverente, mi vedi sul pontile, lanci uno sguardo divertito, dolcemente cattivo. Avrai venti anni.

Questa voce è stata pubblicata in ricordi. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Sogno

  1. newwhitebear ha detto:

    un sogno marinaro con una dolce fanciulla ventenne.

  2. massimolegnani ha detto:

    ho immaginato che vedessi te stesso da giovane.
    ml

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.