Giulia

Sono arrivato dieci minuti prima dell’inizio e la sala è vuota. Immaginavo non fosse un titolo da attrarre folle neppure di domenica sera. Mi aveva incuriosito il titolo, anche la sinossi faceva sperare in un film originale. Poi quando come genere del film trovo Dramma e Commedia insieme come categorie significa poco classificabile, quindi da vedere. All’inizio siamo in tre ed io non so se devo tenere la mascherina o posso toglierla. Giulia è una ragazza stramba, ma stramba non è l’aggettivo. Giulia è una ragazza fragile ma è tutt’altro che fragile nella sua caparbietà ossessiva. Si impunta, fa cose assurde, soffre, ride e piange. La definiremmo una ragazza con problemi perchè non si può dire con handicapp. Ma è resa benissimo da una splendida attrice: Rosa Palasciano in un film di Ciro De Caro, giovane regista al suo secondo lungometraggio. La storia si svolge in un inizio d’estate fra Roma e litorale laziale, la ripresa è con macchina da presa a mano e la tecnica utilizzata restituiscono un realismo poderoso. Giulia si muove tra suoi simili, giovani che si arrabbattano fra volontariato al Centro Anziani, lavori precari, pochi soldi, tanta angoscia. Ora state pensando alla figura De Amicisiana piena di buone anime che combattono il male. Niente di tutto ciò: realismo, realismo, quel realismo che ci commuove senza permetterci le lacrime. Giulia non è un’anima limpida, non è la piccola fiammiferaia. O meglio, è la piccola fiammiferaia che ha imparato a rubare per stare al mondo. Ed il denaro attraversa la vita di tutti i personaggi come elemento reale di corruzione. La stroria corre avanti fluida, appassiona, mai scontata, sempre emoziona, ci fa anche sorridere. Sì, un Commedia che è un Dramma. Non è Truffaut anche se ce n’è l’eco, non è Pasolini anche se c’è la sua musica, non c’è Scola anche se ce ne sono i silenzi, non c’è Monicelli anche se c’è la sua spietatezza. E’ un film nuovo che sa prendersi delle libertà, gioca col tempo, gioca coi volti, gioca con l’intimismo dei personaggi ma all’aperto. E’ un gioco molto serio.

Questa voce è stata pubblicata in cinema e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Giulia

  1. newwhitebear ha detto:

    pensavo a un libro invece è un film, che di norma non mi appassiona. Tuttavia incuriosito ho letto tutto fino in fondo.

  2. crisalide77 ha detto:

    e mi fai venir voglia di vederlo Rod 🙂

  3. sherazade ha detto:

    Se pure in ritardo Mi fa piacere ricordarti e mandarti in un momento tanto difficile il mio pensiero affettuoso🌻

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.