Archivio dell'autore: rodixidor

Simpatico

La plastica con la plastica, la carta con la carta, il vetro con il vetro, l’umido nell’umido. L’aria da respirare, l’acqua da bere, la luce per la luce, il buio nel buio, et fiat lux. Il lunedì dopo la domenica, … Continua a leggere

Pubblicato in cazzeggio, musica, pensieri | 17 commenti

Almarina

“Mi guardo attorno, guardo i premesopotamici. Penso che sono ignoranti, penso che per ogni figlio che fa una come Aurora loro ne fanno sette, penso che rovinano la mia città con la loro tracotanza, e il mio Paese con i … Continua a leggere

Pubblicato in libri | Contrassegnato , | 8 commenti

C’era una volta in America

La saletta era piccola, una novantina di posti al massimo, poltroncine foderate di rosso, riempite per circa metà della  capienza massima da culi caldi in pantaloni e gonne in fogge diverse. All’intervallo la sala si illuminò e sullo schermo una … Continua a leggere

Pubblicato in cinema | Contrassegnato | 37 commenti

Che nevichi

Aspetto che nevichi. Per ora piove fitto, rumorosamente, ma nevicherà, è previsto. Se è previsto basta aspettare. La previsione è la preveggenza dei calcoli, la fede che l’effetto abbia a che fare con la causa. Ma in verità l’effetto ha … Continua a leggere

Pubblicato in musica, pensieri | 43 commenti

La pastorella e il ‘900

  Forse vado al cinema per scrivere un post. Non ho niente altro da dire, niente da inventare, così aspetto, aspetto una storia raccontata da altri, una storia da suggere immerso in una grande sala buia, tra sconosciuti in silenzio, … Continua a leggere

Pubblicato in cinema | Contrassegnato | 29 commenti

I fantasmi di Ismael

Un uomo, due donne, Parigi, il mare, gli incubi, l’arte. Gli ingredienti ci son tutti, si mescolano un po’ nelle giuste dosi e viene fuori una bella storia, fatta di relazioni, di sparizioni,  riapparizioni, di amore, di perdita, di esistenze, … Continua a leggere

Pubblicato in cinema | Contrassegnato | 16 commenti

I fiori blu

Vedevo la sua immagine riflessa nel finestrino, evanescente si sovrapponeva al paesaggio che correva veloce. Lo sguardo acuto, intenso, da prima della classe, rapita nel viaggio dentro il suo libro. Teneva la matita tra le dita come una abitudine consolidata, … Continua a leggere

Pubblicato in libri | Contrassegnato | 52 commenti