Che nevichi

Aspetto che nevichi. Per ora piove fitto, rumorosamente, ma nevicherà, è previsto. Se è previsto basta aspettare. La previsione è la preveggenza dei calcoli, la fede che l’effetto abbia a che fare con la causa. Ma in verità l’effetto ha bisogno di una madre e la causa ha un grande spirito materno, tutto il resto è idea. Ma intanto piove, ed io qua, in una notte qualunque, ad aspettare come un coglione, una neve qualunque. Un qualunque che diventi speciale. -Facciamo che il caso diventi destino- l’ho sentito in un film, ma se non mi ricordo il film che schifo di citazione è questa? Speciale è un qualunque che ci ricordiamo,  come quel pomeriggio di estate o come uno che si dondola su una sedia, a dondolo per l’appunto, e dice: questo me lo devo ricordare.  I ricordi mi fioccano addosso, leggeri e freddi, uno sciame bianco che distoglie e distrae, fisso la mia attenzione su uno, lo seguo nel suo volo e mi distraggo da tutti gli altri.  I ricordi sono la dimostrazione che tutto esiste, sono il bisogno che abbiamo che sia stato, e se è stato, esiste, o almeno esistette. Che brutto passato remoto “esistette”, non mi piace. Si può dire esisté? Mi piace di più. Sia benedetta la lingua che ci dà tante possibilità, tutte con l’accento finale. Benedico l’Ikea per questo piumone che mi tiene al caldo, mi ricordo quando lo comprai, il commesso gentile che mi consigliò di prendere quello in due pezzi, da abbinare con ciappe apposite. Così quando fa veramente freddo come adesso, ne hai uno doppio. Sia tu benedetto gentile commesso, dovunque tu sia adesso. Sei un fiocco di neve, un ricordo da custodire, da benedire. Benedico le tue cosce da contadina, calde ed accoglienti e benedico il ricordo che me ne rimane. Se me lo ricordo non sono un sogno di una notte fredda ad aspettare la neve. No, mi ricordo l’odore, dei sogni non si può ricordare l’odore. Mi ero distratto ed intanto fiocca, viene giù tanta ora nella luce gelida della luna,  la vedo venir giù oltre la finestra. Avrei voluto vederla iniziare questa nevicata ed invece mi sono distratto con i miei fiocchi di neve ed ora già viene giù fitto fitto. La neve fa il silenzio, ti coccola e ti manda in letargo, non c’è più alcun rumore. Se nevica abbastanza potrebbe ricoprire tutta la mia casa, bloccare la porta, serrare le finestre, tenermi al caldo. Sì, perché la neve tiene al caldo, come i cattivi propositi. Già mi immagino la Protezione Civile domani col sole che viene a scavare la mia casa per tirarmi fuori dalla neve, sento il rumore delle ruspe, la puzza del gasolio. Bisognerebbe chiedere il permesso prima di salvare uno.

Questa voce è stata pubblicata in musica, pensieri. Contrassegna il permalink.

43 risposte a Che nevichi

  1. nerodavideazzurro ha detto:

    Con dolcezza e sottovoce, come la neve.

  2. Daniela ha detto:

    già, talvolta c’è il bisogno di sentirsi protetti da un guscio irreale

  3. lamelasbacata ha detto:

    Si fanno bei sogni sotto la neve. Anche il grano cresce meglio.

  4. lapoetessarossa ha detto:

    Struggente. Mi mancava questo tuo scrivere…

  5. Lady Nadia ha detto:

    Qui non è proprio arrivata, ma è arrivato il tuo stato d’animo. Bella la neve…

  6. sherazade ha detto:

    Esistette…mmm… ma il senso calza.
    Nel Baillame di voci da talent ma sulla distanza assai poco talentuosi Noemi vola alto come questa canzone che mi piace molto.
    Buona neve con abbraccio.
    Shera 🌨🌧🌦⛈⛅

  7. newwhitebear ha detto:

    la neve? E’ bella da vedere e fioccano i ricordi. La neve copre tutto, anche le brutture del mondo

  8. Pendolante ha detto:

    La neve scalda e coccola e fa silenzio è davvero a volte ci si vorrebbe seppellire sotto, ma solo per un po’ perché poi del sole si ha bisogno

  9. elettasenso ha detto:

    È esattamente quello che dicevo ieri a qualcuno: la voglia di neve è voglia di intimità. Qui, in montagna, non nevica dai primi di novembre. Il terreno è desertico. Si passeggia come in primavera. È innaturale. Saltano tutti i tempi del letargo. Ho voglia di copiose nevicate che mi chiudano per giorni e giorni in casa: nella mia calda intimità.

  10. crisalide77 ha detto:

    pochi anni fa mi piaceva la neve, adesso la associo a tristi ricordi e quindi preferisco non arrivi.
    E’ carezzevole questo tuo post, come sempre mi fa riflettere su cose e altre cose ancora.
    Dolce serata..

    • rodixidor ha detto:

      Grazie Cris, sei gentile ad attribuire alle mie parole questo potere. Qui, nella mia notte di neve, la nevicata auspicata non è che significasse un’aspettativa completamente benigna, anzi forse tutt’altro.

  11. biondograno70 ha detto:

    che quando finalmente ti parte la tangente mi dici le cose come mi piace leggere…..
    che non ricordo nemmeno dove e come ci conoscemmo, chissà se c’era la neve, o un forte vento, magari pioveva e il sole dietro la collina….

    che quando dici le cose nel tuo modo le vedo e mi piace l’immagine di te, con l’ikea, il piumone, la neve che batte e il fuoco che scoppietta… o magari il fuoco no… eccheneso,,,

    bello tu, che un po’ ce lo sai.

    moni

  12. massimolegnani ha detto:

    arrivo con una nevicata di ritardo ma con il vantaggio di poter condividere meglio perchè ieri sera ho aspettato la neve e l’ho poi guardata fioccare.
    comunque sul grano ha ragione la Mela: il grano è già nato e la neve quando c’è lo protegge dal gelo 🙂
    ml

  13. elettasenso ha detto:

    Bel testo del genere: affabulazione. Mi sembra che lo abbia detto Barthes. O forse l’ho inventato io. O forse era Borges. Chissà.

  14. biondograno70 ha detto:

    ..tutto ok laggiù???

    un beso…

    m.

  15. snowbetta ha detto:

    Per un attimo mi sono ritrovata nella tua descrizione. La sensazione della neve, vista dalla finestra, alla luce della luna. Il piumone, la sensazione del calore quando fuori fa freddo. Che bella questa immagine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.