La ragazza sbagliata

ragazzaSbagliata” Mia nonna tirava il collo alle galline, mio nonno ammazzava il maiale, nessuno ci trovava niente di strano. Ora digiuneremmo se qualcuno lo facesse davanti ai nostri occhi. Non vogliamo la verità, anzi, paghiamo volentieri perché ci spostino la verità dove possiamo non vederla. Così portiamo i nostri figli a vedere film dove i bruchi si innamorano ed i millepiedi ballano, poi usciamo dalla multisala e li ingozziamo di alette di polli massacrati su una catena di montaggio. Li cresciamo difendendoli dalla verità a costo di qualsiasi controsenso, non ci preoccupiamo neppure di essere ridicoli. Li difendiamo dalla verità perché li amiamo e lo facciamo fino a quando è possibile.
… Perché, ecco un’altra cosa che ho capito, è che la verità non è eterna. Anche la verità dopo un poco muore. E la verità, ve l’ho detto, non è sempre piacevole da guardare in faccia. Se ve la mostrassi da cadavere, non la riconoscereste, anzi, vi voltereste dall’altra parte per lo schifo. “

Sono le parole di Dario Corbo, giornalista al termine della sua inchiesta. L’inchiesta della sua vita. Giovane cronista scriveva nel 1993 su “La Costa” , un settimanale della Versilia, di un efferato omicidio. La giovane vittima, una diciottenne trovata cadavere sulle colline di Marina di Pietrasanta. Una lunga indagine nel mondo del jet-set della Versilia, seguita con scrupolo e giovanile certezza dal giovane cronista. L’assassina viene smascherata ma ci vogliono due ordini di giudizio per condannarla. Ora ha scontato i suoi venti e più anni di galera, è una donna poco più grande della vittima. E siamo ai giorni nostri, Dario è ancora un giornalista ed ancora persegue come obiettivo professionale la ricerca della verità nelle cose che racconta pervicacemente, ostinatamente. Così si trova a riaprire la stessa sua indagine, da solo contro tutti e contro sé stesso di 24 anni prima.
E’ un bel noir quello che ha costruito Giampaolo Simi su questa trama letteraria. Riesce ad imbrigliare il suo lettore dalla prime pagine e portarselo dietro in una indagine in cui tutti i pezzi si scompongono e si ricompongono in logiche diverse, in un ritorno nella sua terra di gioventù, in un racconto, che come tutti i grandi gialli, non narra solo di un omicidio ma di tanto altro. Si racconta degli intrighi e delle zone d’ombra dell’Italia di quegli anni, di quell’anno in particolare dove successe tutto. Si racconta di certezze giovanili che si sgretolano nella maturità, di amori passati, di nuovi, di figli e di canzoni.
Un libro che si fa leggere tutto di un fiato, o meglio, in apnea.

Questa voce è stata pubblicata in libri e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

17 risposte a La ragazza sbagliata

  1. lamelasbacata ha detto:

    Amo molto il genere noir, grazie per il suggerimento.

  2. sherazade ha detto:

    ço òeggerò con piacere e ricambio con un filmone Seven sisters!!!
    Quanto agli orrori perpetrati sugli animali…il maiale e la gallina, il cavallo e il cane erano parte integrante del tessuto contadino. ‘Forse’ era gia vita grama ma certamente non questa che riserviamo loro oggi.

    sherAugurissimidicuore

  3. massimolegnani ha detto:

    molto interessante la tua segnalazione.
    ne terrò conto.
    ml

  4. Pendolante ha detto:

    Bella recensione, mi incuriosisce. Finisci bene l’anno 🙂

  5. newwhitebear ha detto:

    lasci il 2017 con un bel commento su un romanzo che promette bene

  6. elettasenso ha detto:

    Prendo nota.
    Grazie
    Eletta

  7. Stefi ha detto:

    Mi piacciono i noir italiani.
    Non conosco questo autore, ma visto che tu e Sellerio siete una garanzia…mi fido!
    Buon anno rodix.
    S.

  8. Lady Nadia ha detto:

    Lo leggerò, grazie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.