Commesse

Nelle prime ore del pomeriggio le commesse formano una lunga linea retta, tutte in fila sul marciapiedi con alle spalle l’ingresso del negozio come tante sentinelle. Dissimulano un’aria rilassata, fumano perlopiù  e mentre aspirano un’altra boccata si impegnano a sistemare una piega della camicetta, un bottone, una cintura, una alza il piede e lo sposta a destra ed a sinistra con la gamba tesa in avanti ad ispezionare la lucidezza di una scarpa colorata, i movimenti sono rigidi, studiati e prestabiliti come le ragazze del nuoto sincronizzato, poi rialzano la testa, lo sguardo concentrato oltre il fumo azzurrato dell’ultima boccata che soffiano lontano verso l’alto, ripongono la cicca con un inchino laterale, si rialzano e e con una mano aperta sulla pancia ruotano su sé stesse, prima di concludere la giravolta appoggiano l’altra mano sulla maniglia, spostano il peso in avanti, aprono la porta di vetro, sorridono e rientrano al loro posto refrigerato.  Rimango in cima alla strada ed osservo questo rituale che segna il tempo come fossi al cambio di guardia a Buckingham Palace o in Piazza Syntagma. Rimango sopratutto perché son convinto che avverrà prima o poi, certo non so quando, ma sono sicuro che avverrà, forse ora, forse tra anni, ma ci sarà l’evento asincrono, l’extra-sistole, e non voglio perderlo come fosse il passaggio di una cometa non prevedibile. Me lo prefiguro:  una delle ragazze, non so quale, da quale negozio, uscirà dalla fila con una falcata in avanti, abbandonerà le sue scarpe laccate sulla porta  e attraverserà la strada scalza, veloce e silenziosa imboccherà una strada laterale oppure si perderà tra i passanti che non le presteranno alcuna attenzione, volerà via e rimarrà solo nello sguardo attonito delle colleghe che rimarranno allineate e bloccate nel loro ultimo gesto.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in musica, pensieri, quotidiano. Contrassegna il permalink.

26 risposte a Commesse

  1. Dora Buonfino ha detto:

    Cindy Lauper, un accostamento adeguato alla figura della commessa che vola via… Bello!

  2. menteminima ha detto:

    Che bello questo post.
    Credo di capirti, sono attimi che spero anche io di vedere, non quanto l’arrivo degli extraterrestri ovviamente.

  3. Elena Marino ha detto:

    in attesa dell’istante. bello.

  4. newwhitebear ha detto:

    Nell’attesa ci leggiamo questo superbo pezzo.

  5. sherazade ha detto:

    Cindy ovvero la Cindarella della favola che scappa via scalza verso un altra vittoria!
    Sherascarpettenumero 36,5

  6. 321Clic ha detto:

    Questa sarebbe una bella fotografia, la vedo quasi davanti agli occhi… aspettare il momento giusto e scattare.

  7. sherazade ha detto:

    Ogni di Voi desiderio! Video ok 😃

  8. massimolegnani ha detto:

    quanta poesia in una pausa-sigaretta, quanta sensibilità nel tuo sguardo (ho visto con te le commesse fumare e con con te ho sognato quella che romperà le righe)
    ml

  9. Stefi ha detto:

    Sono certa che imboccherà una strada laterale e sul suo viso trasparirà quel tanto che basta: un’alzata di ciglio e poco più.

  10. Lady Nadia ha detto:

    ecco. alcune volte dedidero essere proprio quella li’. Non scrivi piu’ qui? Peccato!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...