Risveglio

Mi sveglio di soprassalto, rimango qualche minuto seduto tra le lenzuola di un letto d’albergo, sconvolto, a chiedermi dove sono, che ore sono. Devo aver dormito senza sogni, guardo oltre la vetrata di fronte a me, la città si sveglia tra le nebbie alle prime luci del giorno trenta piani più giù, comincio a realizzare. La stanza è molto ampia, senza mobili, bianca accecante per la vetrata che la percorre per due lati, le tende non sono state oscurate, sulla moquette blu sparsi dei vestiti, sul comodino riversa una bottiglia di wodka quasi vuota, accanto a me nel grande letto riversa una donna a pancia in giù, con la testa nel cuscino. Guardo quel corpo di donna, tiro via il lenzuolo per guardar meglio, per ricordare. E’ sottile, la pelle di cenere, la schiena fa una bella onda per venir su in una virgola di culo tondo e grazioso, le gambe sottili ma atletiche, una ragazza, i capelli lunghi castano chiaro sparsi sul guanciale tra le braccia, non vedo la faccia, non riesco a ricordare. L’odore però è intenso e non è gradevole, forse proviene dall’ampia pozza di sangue rappreso tra le sue scapole pronunciate, un laghetto color vinaccia con al centro immerso dritto fino quasi al manico di gomma nero un grosso coltello, sembra un coltello da sub, come ci sarà arrivato fin qui? Mi alzo cautamente, come per non svegliarla, imbarazzato della mia nudità, vado ad aprire la finestra, entra un po’ di aria fresca, manderà via il cattivo odore. Torno a letto, mi rannicchio su un lato prendendo poco spazio. Dormirò ancora un po’, forse è solo un incubo oppure un altro cadavere da far scomparire … poi.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in musica, racconto. Contrassegna il permalink.

29 risposte a Risveglio

  1. giornatina splatter, oggi, eh? 😉

  2. sherazade ha detto:

    “Oh, it’s such a perfect day – Oh, è talmente un giorno perfetto
    I’m glad I spend it with you – Sono felice di averlo passato con te…”
    Insomma nn proprio la stessa cosa ma una “lei” cmq c ‘era 😒
    Dheravivaevegeta

  3. newwhitebear ha detto:

    Oddio, come incubo non è male. Ma poi hai sognato ancora oppure hai scoperto una nuova realtà?

  4. Stefi ha detto:

    La pelle di cenere, un’unica immagine che racchiude l’intero risveglio.

  5. aliota ha detto:

    sto leggendo un romanzo giallo scritto da una conoscente… te lo consiglierò 🙂

  6. ginevra ha detto:

    C’è aria splatter per la blogosfera. Sarà il caldo?

  7. menteminima ha detto:

    leggo solo ora perché quei bastardi mi impediscono di accedere al tuo blog.
    Grande inizio, come continua?

  8. sherazade ha detto:

    🌷🌹🍀Buona settimana.
    Shhheratralezzzanzare

  9. massimolegnani ha detto:

    agghiacciante nella calma del protagonista, non una parola più del necessario, non una in meno.
    ml

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...