Blasfemo

Da quando è finito il lavoro, mi piacerebbe dire, non porto più l’orologio. Ma a pensarci bene non è così. Controllo il mio conto in banca come si guarda ad una clessidra, affascinato dai granelli che silenziosi scendono giù chiedendomi: -Come andrà a finire ?- Sì il mio orologio ora è quello che mi fa il count-down dal limite tra l’irresponsabile e l’insostenibile ( prima di leggere Fenoglio odiavo usare parole straniere, invece adesso mi risulta un arriccchimento).  Forse son blasfemo a dirlo ma  comincio a pensare che ciò che da la libertà non sia un lavoro ma un conto in banca praticamente inesauribile. Le mie giornate sono sicuramente diventate più leggere, più frizzanti, sarebbero divenute anche senza tempo  se non fosse per quella sensazione di sottofondo, magari anche eccitante, di procedere verso il baratro annunciato. Se non fosse per quello vivrei di libero pensiero, in pace con me stesso ed il mondo.

Oggi ho comprato 3 giornali, 2 di linea diversa aggiunti al mio solito quotidiano del sabato. Voglio cercare di capire in maniera non pregiudiziale questa riforma della Ministro. No perchè non è una teoria facile da capire, secondo me va approfondita come per quelle teorie scientifiche che risultano di difficile comprensione perchè vanno contro il “senso comune”, come accade per la Teoria della Relatività di Einstein ad esempio. Mi riferisco alla modifica dell’Art. 18 per dare sviluppo all’occupazione in una fase di recessione economica Il senso comune suggerirebbe che depotenziare una norma che impedisce il licenziamento non migliori il livello occupazionale ma magari paradossalmente invece l’effetto è opposto. Cercherò di capire. Poi a differenza dei tracotanti personaggi che l’hanno preceduta la Ministro è una mite professoressa, sensibile donna che non si può attaccare troppo vivacemente col rischio che il tuo attacco venga etichettato come violenza al genere femminile. Come per i giovani mendicanti che ora trovo al Corso.(direte: “Che c’entrano?”)  Di solito non mi danno noia i mendicanti, penso che anche loro avranno le loro ragioni, sicuramente vivono problematiche di cui ho solo una lontana idea. Ma questi mi fanno rabbia. Mi fanno rabbia perché non hanno più di 30 anni, sono ragazzi vivaci e vigorosi, mi sembra indecoroso che con aria pietista vengano a chiederti la moneta. L’alta volta ho sbottato, non mi son saputo controllare e con calma al ragazzo che mi si era avvicinato gli ho detto: – Ma non sarebbe più dignitoso andare a rubare? – Quello si è allontanato scuro in volto fingendo di non capire  e l’amico che era con me si è voluto prontamente dissociare dalla mia affermazione, forse sono stato eccessivo, sicuramente blasfemo. Anche perchè, dimenticavo di dire, i ragazzi in questione sono senegalesi.

Mi sono iscritto ad una chat di incontri, si conosce un sacco di gente simpatica ed interessante. Gente diversa ma quello che mi ha colpito che quando si iniziano le chat tutti avvertono: “Non sono qui per il sesso”. Allora mi è sembrato di riconoscere la logica dell’Art. 18 di cui sopra e mi son messo alla ricerca di Elsa45, ancora non l’ho trovata ma di sicuro se ci incontriamo non parleremo di sesso però godrò di  un interessante approfondimento sulle moderne teorie di economia di sviluppo.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in pensieri, quotidiano. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Blasfemo

  1. Lady Chocolate never lies ha detto:

    Io ho fatto un gran numero di ragionamenti in merito e tutti, forse per via della mia conformazione cerebrale, mi hanno portato alla stessa conclusione.
    Salta l’art.18: licenziamenti più facili (ciò vuol dire che se non lavori bene ti licenzio e va bene, ma anche che se mi stai antipatico ti licenzio e non va bene). Assunzioni più facili? No, solo mobilità maggiore, chi non ha interesse ad assumere un lavoratore non lo fa a prescindere dalla possibilità di licenziarlo. Vantaggi per gli occupati? Non credo. Mi presento in banca con un contratto a tempo indeterminato per un prestito, me lo concedono, perdo il posto e ho un prestito che non posso onorare. Le banche, saltata la garanzia del contratto, vorranno altre garanzie per concedere prestiti e mutui e tornano in ballo mamma e papà. Sale il numero degli occupati? In una certa ottica è possibile, ma sarebbe solo lavoro fittizio: in un anno lavorano due persone invece di una solo perché una è stata liberamente licenziata in favore di un’altra, così come accade ora coi contratti a tempo determinato.
    Insomma… sto pure continuando a pensare, ma tutto mi riporta lì: alla fregatura.

  2. germogliare ha detto:

    Vivo di libero pensiero. Mi costa caro con o senza l’Art. 18.

  3. biondograno ha detto:

    ..hai fatto un’analisi che non ha “sbagliato” un passaggio…
    ne abbraccio il senso, molto stretto…

    ..anche io avrei detto la stessa cosa al senegalese… però avrei ovviamente suggerito di lasciar perder casa mia… sai sto già in bolletta, sarebbe per lui tempo perso..
    bacio.
    m.

  4. biondograno ha detto:

    ..ti lascio i miei auguri di buona Pasqua..

    abbraccio stretto..

    m.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...